Titolo: Manuale di Filosofia Coi Bambini
Autore: Carlo Maria Cirino
Illustrazione di copertina: Mirko Fort
Collana: Piccoli Saggi
Genere: saggistica, didattica e educazione per le scuole primarie e dell’infanzia per educatori, insegnanti e genitori
Prima edizione: settembre 2017
Pagine: 180
Isbn: 978-88-97561-55-2

carlo maria cirino


La Filosofiacoibambini® è una pratica educativa originale nata in Italia nel 2008 e rivolta ai bambini di età compresa tra 3 e 10 anni. I laboratori di Filosofiacoibambini® mirano a sviluppare nei più piccoli forme autentiche di conoscenza e pensiero come idee, parole, concetti, sentimenti ed emozioni. I piccoli filosofifi, posti a contatto con esperienze utili a suscitare in loro meraviglia, stupore e ad avviare il meccanismo conoscitivo, riescono a sviluppare e amplificare profondi concetti di natura filosofica. In virtù dei molti anni trascorsi a sperimentare sul campo e grazie a ciascuno dei bambini incontrati lungo il cammino, Filosofiacoibambini® ha gettato le basi di un metodo originale che oggi è realtà in numerose scuole in Italia e all’estero. Il metodo viene qui presentato per la prima volta al pubblico nella sua forma teorica, in costante divenire.


Carlo Maria Cirino, Ph.D. (Fossombrone, 1985) è un Filosofo. Dottore in Filosofia della Scienza, ha compiuto studi nell’ambito della Filosofia Orientale e Comparativa, della Teologia e della Filosofia della Religione, della Psicologia, dell’Educazione, della Biologia e delle Neuroscienze. È ideatore del metodo Filosofiacoibambini®.


«La Filosofia coi Bambini avvicina il pensiero dei bambini direttamente nella situazione, nel loro ambiente quotidiano, nella classe, in orario scolastico, per studiarlo e allenarlo, in linea con le finalità di una metafisica descrittiva, non correttiva, né tantomeno prescrittiva».
Custodi del femminino

«Da lettrice e pedagogista, trovo che l’opera sia molto originale, sia per i contenuti sia per il modo in cui sono stati presentati. Parlare oggigiorno di filosofia coi bambini non è semplice anche perché si tende sempre a guardare con un occhio sempre di traverso certe discipline».
Amante dei libri