Safarà Editore sarà presente a Più Libri Più Liberi di Roma, quest’anno per la prima volta al nuovo centro congressi della capitale, La Nuvola, progettata dall’archistar Massimiliano Fuksas, allo stand E07.

Abbiamo inoltre pensato a tre eventi imperdibili:

 

sabato 9 dicembre ore 10.30
Scrivere per sbarcare il lunario: Walt Whitman e il classico inatteso “Vita e avventure di Jack Engle”

Un incontro dedicato al romanzo di Whitman pubblicato a puntate sul New York Daily Times nel 1852: dalle forti atmosfere dickensiane, questo legal thriller è lo spunto per parlare con leggerezza e profondità di un tema che affligge gli scrittori da generazioni: come poter vivere della propria scrittura e della propria arte, a partire dai grandi romanzieri dell’800 inglese, maestri nel “sbarcare il lunario”.

Incontro con:

– STEFANO GALLERANI, giornalista e scrittore

– LUCA BRIASCO, traduttore, giornalista e scrittore

 

 

sabato 9 dicembre ore 13.30
Fumiko Enchi e il ritorno di un classico: “Onnazaka”, la donna e la letteratura in Giappone

“Onnazaka” è la strada di accesso secondaria al santuario shintō, tradizionalmente riservata alle donne, scelto come titolo dalla celebre scrittrice Fumiko Enchi per un romanzo considerato un classico delle letteratura giapponese, pubblicato in una nuova edizione da Safarà Editore dopo trenta anni di assenza; un’occasione per parlare della figura della donna nel Giappone del passato e del presente.

Incontro con: 
– MATILDE MASTRANGELO, Ordinario Lingue e letterature del Giappone e della Corea presso L’Università Sapienza di Roma

– LUCA MILASI, docente di lingua e filologia giapponese presso L’Università Sapienza di Roma

 

domenica 10 dicembre ore 18.30
La distopia: una chiave per comprendere il reale. Dialogo sulle varie sfumature del genere del momento

Come può il genere distopico, a metà tra fantascienza e fantasia, parlarci del nostro presente? Vari rappresentanti di diverse case editrici tratteranno il tema nelle sue varie sfumature: dal romanzo distopico per eccellenza, come è “Lanark. Una vita in quattro libri” di Alasdair Gray, al romanzo distopico al femminile di “La bella burocrate” di Helen Phillips e “Ragazze elettriche” di Naomi Alderman, al futuro del romanzo distopico europeo di “Terminus Radioso” di Antoine Volodine, con un occhio al romanzo d’esordio con “Storia di cento occhi” di Stefano Tevini.

Incontro con:

– VANNI SANTONI (moderatore)

– STEFANO TEVINI (Safarà Editore)

– ISABELLA FERRETTI (66th and Second)

– FLAVIA GASPARETTI (Pagina99)